Concordanze, ensemble in residence a Bartleby

“Durante tutto il 18esimo secolo non vi era occasione di vita sociale per cui non venisse composta ed eseguita quella musica che noi oggi chiamiamo musica classica.”

Nikolaus Harnoncourt
da “Musik als Klangrede”

Concerti di musica classica diversi, aperti,
in cui pubblico ed esecutori alla pari
contribuiscano a creare un fatto sociale.
Concerti accessibili a tutti, soprattutto a coloro
che non hanno mai ascoltato musica classica.
Concerti nei luoghi in cui la musica può
contribuire a trasformare la società.
Un desiderio, un sogno, un progetto;
passo dopo passo, una realtà…

 

Concordanze è un’Associazione. Concordanze è un ensemble; è un punto di incontro per tutti e tutte coloro che vogliono creare un futuro per la musica cosiddetta classica mettendo al centro dell’attenzione la voglia di sperimentare, il diritto alla cultura e la funzione sociale della musica. Nasce dall’unione di musicisti e musiciste di tre delle più importanti istituzioni musicali bolognesi: il Teatro Comunale, il Dipartimento di Musica e Spettacolo e il Conservatorio G. B. Martini.

Assieme vogliamo suonare, immaginarci concerti diversi e realizzarli, ma anche far sì che la musica abbia un ruolo nella società in cui viviamo. Vogliamo costruire qualcosa dal basso, a partire dalle persone che realmente animano queste istituzioni.

Crediamo che la musica debba confrontarsi con la società che la circonda, che la possa cambiare e migliorare. Siamo convinti che tutti e tutte debbano avere il diritto di ascoltare musica “classica” di grande valore artistico ed emozionale, suonata al miglior livello artistico possibile.

Da due anni Concordanze crea e ofre concerti gratuiti aperti ad ogni fascia d’età, ma soprattutto porta la musica a quelle fasce di popolazione che normalmente non hanno accesso alla cultura. Le istituzioni con cui abbiamo instaurato una collaborazione e in cui portiamo la nostra musica sono il Carcere di Bologna, il C.I.E. di Bologna, l’Ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia, le scuole di italiano per migranti della rete SIM della provincia di Bologna, le comunità psichiatriche della Romagna, fra cui la Cooperativa Sadurano Salus.

Concordanze, inoltre, pratica una trasmissione di saperi e conoscenze non gerarchizzata: le prove e i concerti, eseguiti fanco a fanco da studenti e professionisti, sono un occasione più unica che rara per far sì che le conoscenze vengano trasmesse da chi ha più esperienza e già lavora in una realtà professionale a chi è agli inizi della propria carriera. Ci si confronta da pari a pari, facendo musica assieme, senza la tradizionale gerarchia “alunno-insegnante”.

Abbiamo, inoltre, partecipato ad importanti eventi del Comune e dell’Università di Bologna, come ad esempio “Bologna per Sanguineti” nel giugno 2010. Si sono ormai concluse le seconde edizioni delle stagioni di concerti presso l’atelier della produzione indipendente “Bartleby” e il Circolo Culturale Pavese: entrambe le stagioni sono gratuite, frequentate da centinaia di persone di ogni tipo, dai giovani, fno ai neofti della musica classica, passando per i migranti. Dalla Sequenza di Berio, passando per prime esecuzioni di musiche di giovani compositori operanti a Bologna, fno a Mozart e Haydn la nostra musica ha entusiasmato e commosso, dimostrando che non esistono brani troppo difcili e che la classica tutto è tranne che un genere élitario.

La stagione 2011 ci ha visto impegnati oltre che nelle due stagione presso Bartleby e il Circolo Pavese, entrambe concepite e realizzate integralmente dalla nostra associazione, anche in concerti nell’ambito rassegne dell’Istituto di Cultura Germanica, nonchè del DAMS di Bologna, ossia il ciclo “La Sofitta” nell’Aula Absidale di Santa Lucia.
Fra i motivi di orgoglio della stagione appena conclusasi spiccano la Quarta di Mahler al Carcere di Bologna sotto la direzione del Maestro Michele Mariotti e lo spettacolo- reading su Kafka ideato e realizzato assieme a Ermanno Cavazzoni, con musiche originali commissionate da Concordanze a Roberto Cima.

http://www.concordanze.com

 

 

I commenti sono chiusi.